Claudio Moscardelli è il nuovo segretario provinciale del Partito Democratico di Latina. L'ex senatore che, nel segno della continuità, prende il posto di Salvatore La Penna, era l'unico candidato in campo espressione della maggioranza ed è stato proclamato eletto alle 14 dal presidente Mauro Visari dopo la breve assemblea della mattinata. Su 251 membri eletti nello scorso congresso nei circoli della Provincia, hanno votato in 151: Moscardelli ha raccolto 124 voti a favore, 20 schede bianche e 7 nulle. La minoranza, in dissenso con il percorso che ha portato al nome di Moscardelli (espresso anche in una conferenza stampa indetta venerdì scorso da Enrico Forte e Sesa Amici), aveva annunciato che non avrebbe espresso candidature e non avrebbe partecipato. Si sono fatte invece vedere Carla e Sesa Amici e altri della minoranza che hanno partecipato al voto. Sulla carta Moscardelli aveva più di 160 delegati dalla sua parte, ma tra assenze e schede bianche alla fine ha raccolto 124 preferenze. "Ringrazio l'assemblea per questa investitura – ha detto Moscardelli - mi metterò al lavoro per comporre una squadra che sappia muoversi sui vari settori di interesse della provincia, inizierò con 4 assemblee a livello comprensoriale al nord, centro, ai Lepini e al sud della provincia. Apprezzo la partecipazione di una parte della minoranza al voto di oggi e voglio ribadire che lavorerò come segretario di tutto il partito e non di una parte. Il dissenso è legittimo ma mi è dispiaciuto aver sentito frasi come "il Pd è alla soglia dell'irrilevanza" sono termini che fanno male al partito".