"Latina è sempre più sporca e il progetto di ABC si sta rivelando ogni giorno che passa sempre più deludente, per non dire fallimentare. Ci era stato detto che tutto si sarebbe sistemato con l'arrivo del direttore generale, ma non mi pare sia cambiato nulla". L'amara analisi porta la firma della consigliera comunale di Forza Italia Giovanna Miele. L'azienda speciale, che proprio in queste ore ha licenziato il piano industriale e si avvia a studiare le condizioni per richiedere il mutuo milionario, offre però un servizio alla città che è a dir poco scadente. 

"In centro come in periferia, foglie a terra, rami ammassati ai bordi dei marciapiedi, ricordo del maltempo del 29 ottobre. Con il rischio che si otturino di nuovo le caditoie a causa della foglie. Sui social continuo a vedere foto di secchioni stracolmi e sacchi di immondizia a terra.  È iniziata la campagna di sensibilizzazione per la raccolta differenziata e contestualmente sono partite anche le multe ai cittadini che conferiscono in modo sbagliato. Non contesto le sanzioni, vorrei però vedere la stessa solerzia da parte del Comune e dell'azienda speciale per offrire alla città un servizio di igiene urbana degno di questo nome.  Perché il servizio non c'è proprio, e se c'è non si vede. Ed è ovvio che sia così se è vero come mi riferiscono che diversi mezzi di ABC sono fermi nelle officine per problemi tecnici. Mi chiedo a questo punto quando ABC intende andare a regime? Il Comune intende ancora stare a guardare e difendere il suo gioiellino a spada tratta senza intervenire? Oppure non guarda affatto e si tappa gli occhi? La città è in condizioni pessime, uno stato che deve far riflettere chi l'ha ridotta così".