E' Francesco Giri il nuovo segretario comunale di Latina Bene Comune. Giri, unico candidato e successore di Pietro Gava (che si era dimesso cinque mesi fa) è stato eletto oggi nell'assemblea che chiude la fase di rinnovamento del movimento alla guida della città, culminata con l'approvazione del nuovo Statuto a ottobre. Prima era stato confermato presidente Damiano Coletta e vicario Marino Sabatino, poi nel pomeriggio sono stati eletti il segretario, i tre membri del collegio dei probiviri e dei revisori e i sette membri del consiglio generale che vanno ad affiancare i 4 già nominati dai consiglieri (Bellini, Aramini, Di Russo e Campagna) e i 4 già nominati dal presidente (La Barbera, Di Rosa, Ferrari e Cristina Leggio). Il giovane Francesco Giri, ex presidente della commissione Trasporti che poi passò il testimone a Tassi per impegni lavorativi, oggi torna alla carica con un ruolo di primo piano volendo incarnare la necessità del movimento di darsi una scrollata e conquistare più autonomia nell'azione e nel giudizio dal sindaco e dal percorso del gruppo consiliare in linea con lo Statuto. «Lbc deve ritornare indietro alle sue origini e alla sua gente - spiega Giri che ha ringraziato Pietro Gava che lo ha preceduto nella difficile fase post elettorale - deve essere un movimento che trovi connessione con i bisogni e le richieste dei cittadini e a incanalarle in proposta politica, deve ultimare la trasformazione da movimento di protesta a movimento di proposta». Giri, apprezzato dalla minoranza per le sue posizioni equilibrate rispetto alla linea oltranzista del movimento, pur riconoscendo gli errori di ieri ribadisce la condivisione del progetto politico di oggi e la lealtà nei confronti del movimento e del sindaco. «Il movimento deve tornare ad essere il luogo dell'elaborazione della linea politica - dice - ed essere strumento di informazione delle attività amministrative: deve avere vita distinta e autonomia seppur complice con i consiglieri: Oggi ripartiamo da qui".