I lavori non partono, le mamme della scuola di via Selciatella sul piede di guerra. Questa mattina i bambini della scuola elementare non sono entrati nelle classi per le lezioni. Stanche di aspettare la predisposizione dei lavori di messa in sicurezza e riqualificazione dell'edificio, le mamme munite di striscioni e cartelli hanno dato vita a una protesta pacifica contro i ritardi dell'amministrazione. "Siamo state prese in giro" rimarcano i genitori "durante la campagna elettorale sono apparsi i cartelli di cantiere, ma dopo mesi i lavori non sono mai partiti". Sul posto l'assessore ai lavori pubblici Luana Caporaso che ha cercato di tranquillizzare i genitori sull'imminente avvio dei lavori, finanziati dal Ministero dell'interno per 500 mila euro. Sul posto per ascoltare le ragioni della protesta anche la dirigente scolastica della zona Leda. Nonostante i tentativi di mediazione, forte è la sfiducia dei genitori nei confronti delle istituzioni: ormai le rassicurazioni e le parole sembrano non bastare a smorzare la tensione.