Giorgia Meloni ha presentato ieri una interrogazione scritta in commissione Lavoro al ministro e vicepremier Luigi Di Maio per chiedere chiarimenti su cosa il Governo intenda fare rispetto alla vicenda Corden Pharma. La deputata di Fratelli d'Italia, eletta a Latina nel collegio uninominale, aveva annunciato nei giorni scorsi che si sarebbe occupata della questione della crisi industruale, puntellando il Governo affinché intervenga in maniera decisa per dare delle risposte ai lavoratori che vedono incertezza nel proprio futuro e in quello delle loro famiglie.
Ieri Meloni ha presentato in Parlamento l'interrogazione.

«Ad oggi, non vi sono certezze sul futuro del sito produttivo e dei suoi lavoratori - afferma Giorgia Meloni - Riteniamo necessario individuare urgentemente delle soluzioni alla vertenza in questione che siano compatibili con il rispetto dei diritti dei dipendenti, salvaguardando i posti di lavoro. L'incontro del 12 dicembre scorso presso il Ministero dello sviluppo economico non ha prodotto sostanziali risultati - fa notare la leader di FdI - se non il fatto che il 12 marzo 2019 scadrà il termine per la presentazione del piano industriale da parte dell'azienda. In tale fase è, quindi, prioritario che proseguano le trattative tra le parti sociali e le istituzioni, affinché l'accordo sul piano industriale sia credibile e dia garanzia che non siano previsti esuberi, con l'obiettivo, dunque, di salvaguardare l'attività produttiva del sito sul territorio, senza disperdere le relative professionalità attualmente in forza».

Al ministro Luigi Di Maio, Giorgia Meloni chiede «quali siano gli orientamenti del Governo sui fatti esposti in premessa e se e quali iniziative di competenza intenda adottare affinché il piano industriale della Corden Pharma assicuri la salvaguardia degli attuali posti di lavoro».