Dopo qualche giorno di riservatezza e gioia personale, il sindaco Mauro Carturan è tornato a parlare alla cittadinanza attraverso un filmato pubblicato sulla piattaforma social network di Facebook. Un video messaggio lungo poco più di due minuti, in cui si parla del Consiglio comunale e anche della nuova squadra che andrà a comporre la giunta. Le elezioni supplementari nei quattro seggi, hanno spostato gli equilibri all'interno della maggioranza ed è quindi logico aspettarsi qualche novità all'orizzonte, altrimenti il sindaco avrebbe già sciolto le riserve, confermando in blocco fin da subito gli assessori nominati a giugno. L'attesa però è destinata presto a finire: giovedì 24 infatti, la massima assise cittadina si riunirà e per quel giorno, le nomine dovranno essere già fatte. Al momento l'unico incarico affidato ufficialmente è quello a Renato Campo come vice sindaco e delegato all'urbanistica; gli altri devono ancora attendere.

«Cisterna merita una giunta all'altezza delle sue grandi emergenze – ha detto il primo cittadino nelle scorse ore sui social, continuando - che rappresenti in maniera equa e giusta le forze politiche trionfatrici delle elezioni amministrative per due volte in sei mesi. Che sia espressione di diverse categorie sociali, professionali e generazionali della città. E soprattutto, che sia competente, motivata e corretta. La squadra è quasi pronta, la sto definendo tenendo conto di tutti questi elementi con un unico obiettivo in testa: ricostruire il tessuto economico, sociale e culturale di Cisterna. Lo devo ai miei concittadini per la fiducia che mi hanno rinnovato, regalandomi una gioia personale immensa».
Al momento non c'è ancora nulla di ufficiale, ma da quanto circola in via Zanella gli incarichi pronti a vedere un cambio di poltrona potrebbero essere quelli al verde e al commercio. Se l'indiscrezione sarà confermata potrebbe esserci l'uscita di scena di Alberto Ceri e Andrea Tagliaferro. Altro figura non ancora sicura della sua riconferma è l'ex vice sindaco Federica Agostini. La sua professione nel settore militare infatti non permette alla giovane di Fratelli d'Italia di essere presente con costanza per rispondere a cariche impegnative come quelle di vice sindaco o assessore alla pubblica istruzione. Indipendentemente da chi sarà nominato dovrà andare a comporre un tassello di una squadra funzionale alle criticità di Cisterna - per usare termini cari al sindaco - una città ferma da troppo tempo come ha sottolineato lo stesso Cartuan: «I cittadini devono sapere che abbiamo un anno di ritardo perché il commissario non ha provveduto ad approvare il Bilancio e noi non abbiamo le possibilità di farlo prima della fine di febbraio. Dobbiamo quindi di nuovo correre perché abbiamo dato ascolto a una sentenza incomprensibile, ancor di più chi l'ha richiesta perché era nell'interesse della città. Ecco quell'interesse è stato che per un anno saremo fermi. Se dobbiamo iniziare a fare qualcosa di nuovo e concreto, lo dobbiamo iniziare almeno tra quattro o cinque mesi. Abbiamo però in itinere tutti gli impegni presi in estate, ripartendo dalla città pulita, il cimitero pulito e continuando con i lavori sul corso della Repubblica. Rimane difficile pensare che i progetti sulle periferie possono trovare attuazione in questi mesi. Mi auguro - conclude il sindaco Carturan - soltanto di avere un opposizione serena, che voglia collaborare nell'interesse della nostra città. La mia disponibilità è totale».