La Lega ha istituito un tavolo permanente sulla sanità del Lazio "per accendere i riflettori sul bluff di Nicola Zingaretti sulla misteriosa uscita del commissariamento, annunciata nel 2017, e sul fallimento delle politiche messe in campo sul Cup, sul dramma delle liste di attesa, sulla perdita dei posti letto e del personale, sulle condizioni dei vari pronto soccorso e dei reparti degli ospedali di Roma e delle province''. Lo annuncia, in una nota, il responsabile regionale della Sanità del Carroccio Luisa Regimenti, che ha coinvolto il coordinatore della Lega nel Lazio Francesco Zicchieri e i consiglieri regionali Orlando Angelo Tripodi, Laura Corrotti e Daniele Giannini.

''Non possiamo accettare questa propaganda vergognosa di Zingaretti sullo stato della sanità del Lazio - aggiunge Regimenti - la cui situazione negativa è abbastanza evidente sia nei nosocomi che nell'erogazione dei servizi sanitari sul territorio. Su questo la Lega non intende abbassare la guardia e, pertanto, ci batteremo punto su punto anche attraverso il tavolo permanente, formato da politici e tecnici, che si riunirà già il 29 gennaio e il 6 febbraio in Consiglio regionale del Lazio. Un'iniziativa che è sostenuta convintamente sia dai vertici del partito che dai cittadini, i quali ci chiedono un'alternativa di governo regionale e noi siamo pronti!''.