Si conferma un settore a doppia velocità l'urbanistica del Comune di Latina. Mentre da un lato viene data priorità a una serie di mega varianti proposte dai privati, sul fronte dell'edilizia pubblica restano bloccati i vecchi progetti che potrebbero conoscere finalmente una soluzione sbloccando il mercato immobiliare per le giovani famiglie e il ceto medio. Sintomatica la situazione di stallo che continua a vivere ad esempio il piano di zona La Rosa, uno degli interventi dell'edilizia residenziale pubblica in procinto di vedere la luce.
I finanziamenti regionali destinati alle cooperative edilizie hanno compiuto 11 anni, ma le 27 aree a ridosso del centro urbano, individuate nell'ambito del nuovo piano di edilizia economica e popolare, varato nel 2012 a carattere decennale, sono ancora tutte ferme alla fase progettuale. Il primo intervento doveva essere proprio quello previsto tra strada della Rosa e il quartiere Isonzo-R6, ma una serie di ricorsi ne hanno rallentato l'attuazione.
Eppure il Consiglio di Stato si è pronunciato nel 2017, confermando le assegnazioni originali. Da allora però tutto è rimasto bloccato, finora il Comune non si era adoperato per riavviare la pratica. Contattato dagli operatori coinvolti nel piano di zona, il dirigente Paolo Ferraro si sarebbe dichiarato all'oscuro della possibilità di avviare i cantieri in tempi brevi. Finora sarebbe mancato il punto di contatto tra urbanistica e avvocatura.