Ha finalmente rotto gli indugi il Partito Democratico di Nettuno che ha ufficializzato la scelta di sostenere il dottor Waldemaro Marchiafava come prossimo candidato sindaco nelle elezioni amministrative in programma a primavera. «Dopo attente analisi - fanno sapere dal Pd in una nota a firma del segretario locale Carla Giardiello -, abbiamo individuato in Marchiafava perché più vicino alle nostre istanze».

Marchiafava ha ufficializzato solo la scorsa settimana la propria candidatura, frutto di un incontro con il mondo civico nettunese in un progetto di ampio respiro denominato "Insieme 2019". A sostenere il dermatologo di fama internazionale sarà anche il movimento "Patto per Nettuno", un movimento aperto ma con un'anima che in parte è di centrosinistra grazie alla presenza all'interno di molti ex democratici.

«Partendo dai suoi valori e principi peculiari di una forza di sinistra, democratica e progressista, il Pd di Nettuno - prosegue la nota -, considerata la gravità della situazione locale, sceglie di mettersi a disposizione di questo progetto impegnandosi a costruire un fronte comune di centrosinistra con tutte le forze in campo, chiedendo anche agli altri di superare il simbolismo tradizionale e le classiche dinamiche delle dispute nazionali, puntando a un confronto politico e a una campagna elettorale incentrata sulle specificità locali e cittadine. Riteniamo indispensabile - conclude la nota del Pd locale - creare uno scenario politico nuovo, capace di restituire speranza e fiducia, specie alle giovani generazioni, su basi programmatiche e progettuali chiare e coerentemente condivise da tutte le forze civiche aderenti al progetto».

Al momento sono quattro i candidati sindaco ufficiali. Oltre a Marchiafava sono in corsa Sandro Coppola per il centrodestra unito, l'ex vice sindaco grillino Daniele Mancini e Donato Iannantuono di "La Voce del Popolo"