«Le prossime elezioni provinciali possono essere l'occasione per rilanciare, attraverso un programma strutturato su argomenti importanti come servizio idrico, la gestione del ciclo dei rifiuti, la manutenzione stradale ed edilizia scolastica, il ruolo della Provincia. A patto che la tornata elettorale non si traduca nella solita disomogenea creazione di coalizioni per conquistare uno scranno».
A parlare il presidente di MovAp Lorenzo Lauretani, che lanciando un appello per costruire una seria programmazione, rilancia i problemi locali che la provincia sarà chiamata a risolvere. «In primis – spiega - non possiamo dimenticare che da tempo è in campo un percorso che dovrebbe portare alla ri-publicizzazione del servizio idrico con la definitiva uscita dell'azionista privato dalla società Acqualatina. È fondamentale, in questo senso, che il percorso venga portato a compimento, dando seguito e attuazione alla volontà espressa in occasione del referendum del 2011 dai cittadini pontini. Sul nostro territorio comunale è presente il più grande impianto di Tmb della Regione Lazio e la cui autorizzazione ambientale è in scadenza e tra breve si dovranno avviare le procedure per il rinnovo alla luce anche della recente decisione della Regione di superare la tecnologia a base egli attuali TMB. Pertanto importante il ruolo che giocherà la Provincia su questo fronte e il riflesso sulla nostra città. Dovrà essere avviato l'iter di costituzione dell'Ato unico e la conseguente individuazione del gestore unico su tutto il territorio provinciale. Serve infine una seria programmazione su manutenzione stradale, scuole e Formazione Professionale attraverso una rete territoriale». Tutti temi importanti, che possono essere risolti solo a patto di costruire un programma e una coalizione omogenea. «L'occasione – chiude MovAp - per la definizione di un programma elettorale in grado di rilanciare le competenze».