Attacco frontale della Lega di Pontinia all'amministrazione comunale guidata da Carlo Medici. A non andare giù agli esponenti locali del Carroccio, coordinati da Giuseppe Belli, sono i troppi casi di incuria e degrado che stanno caratterizzando da tempo sia il centro della città che la sua periferia, a cominciare dalla zona industriale. Il primo punto in evidenza, però, risale a due settimane fa, vale a dire alla conclusione del Carnevale. «Dopo le manifestazioni dell'evento la fontana in piazza Indipendenza è ancora piana di coriandoli e altre sporcizie - afferma Belli -, e questo non è certo un bel biglietto da visita da presentare a chi arriva in città. Così come non può passare inosservata agli amministratori di maggioranza che tutti i giorni presenziano la piazza». Poi l'attacco leghista si sposta sulla zona industriale, quella di Mazzocchio, la cui situazione è definita "indecorosa": «Lì, oltre al problema dell'odore nauseabondo dovuto alla Sep, che rende invivibile la zona - sottolinea Belli - c'è anche il grande problema dell'immondizia che ormai invade le strade e quello della prostituzione. Da troppo tempo si parla di intervenire, magari istituendo della videosorveglianza, ma per ora non si è visto nulla». Infine l'affondo conclusivo: «Cercheremo di dare le prime spallate con le Provinciali e con le Europee - annuncia Belli - per poi concentrarci sulla conquista del Comune alle prossime amministrative».