Il gruppo giovanile della Lega di Latina, guidato da Marco Maestri, ha organizzato ieri pomeriggio un sit-in nel capoluogo pontino contro il degrado e lo spaccio di sostanze stupefacenti. Il quartiere scelto per l'iniziativa è quello Nicolosi, spesso al centro di fatti di cronaca legati proprio alla piccola criminalità. I ragazzi della Lega giovani hanno utilizzato alcuni striscioni, per sensibilizzare l'opinione pubblica sulla situazione in cui vivono i residenti in una delle zone più difficili del centro urbano.

All'iniziativa hanno preso parte anche il sottosegretario al lavoro Claudio Durigon, il capogruppo regionale della Lega Orlando Angelo Tripodi, il capogruppo comunale di Latina e coordinatore provinciale della Lega Matteo Adinolfi e il coordinatore comunale di Latina del partito Federica Censi.
I giovani della Lega chiedono all'amministrazione Coletta «di intervenire con tutti gli strumenti possibili al fine di controllare i frequentatori del quartiere soprattutto con l'installazione di telecamere di video sorveglianza e con il controllo tramite la polizia locale. Andrebbero soprattutto controllati gli effettivi residenti negli immobili affittati. Nonostante gli enormi sforzi delle forze dell'ordine le vie del quartiere diventano piazze di spaccio a cielo aperto. Il gruppo giovani Lega di Latina attraverso questa manifestazione intende tenere alta l'attenzione sulla situazione estremamente degradata dal punto di vista sociale in cui versa la zona più vecchia della città».