Arriva anche il commento del sindaco Nicola Procaccini dopo il voto di bilancio di questa mattina che ha visto la strada degli sciscioniani dividersi da quella della maggioranza, ed entrare invece in sintonia col sindaco esponenti di Forza Italia e di centrosinistra.

Con i 17 voti a favore contro i 6 contrari, il sindaco Procaccini ha elogiato "la qualità della discussione in aula e per l'esito della votazione. Si tratta del primo bilancio di previsione dopo una serie di sciagure che ha impresso un'ulteriore spinta a viaggiare compatti, a restare uniti, a lavorare fianco a fianco nell'interesse della nostra città. Abbiamo finalmente approvato un bilancio libero dalla necessità di onorare vecchi debiti, libero dal capestro dei contratti derivati e dal rischio di soccombere in gravosi contenziosi giudiziari". In aula ha avuto modo di sottolineare come "oggi le entrate ordinarie vanno a coprire le spese ordinarie, mentre le entrate straordinarie rappresentano il tesoretto per "osare", per andare oltre" e "lo stato di salute della città è testimoniato dai tantissimi cantieri in essere, dal costante aumento dei turisti, di cittadini residenti e dall'avvio di nuove attività imprenditoriali".

"Siamo in positiva controtendenza rispetto al trend nazionale. Ovviamente siamo anche consapevoli che si può sempre fare meglio e di più. Ringrazio di cuore per l'apertura di credito che i consiglieri Di Tommaso, D'Andrea e Basile hanno voluto esprimere votando a favore del bilancio e dimostrando apprezzamento per il nostro lavoro e amore per la città, indipendentemente dai colori politici". Il sindaco prosegue esprimendo "rammarico per la scelta del Presidente Sciscione e del consigliere Villani (in maggioranza fino a pochi giorni fa, oggi all'opposizione dopo il passaggio alla Lega, ndr) di votare contro. Ieri ho ricevuto la richiesta del Presidente Sciscione di rimuovere l'assessore alla Cultura e Turismo Barbara Cerilli con altra persona. Ho spiegato a Sciscione che considero l'avvocato Cerilli un assessore innanzitutto capace, che la natura del suo incarico è politica poichè ha dovuto dimettersi da consigliere dopo il mandato conferitole dagli elettori. Inoltre sta attualmente seguendo questioni molto importanti come il recupero e la valorizzazione degli straordinari beni archeologici esistenti e che stanno uscendo dal sottosuolo di Terracina, la tappa del Giro d'Italia, l'organizzazione dei Mondiali di Beach Tennis e diversi grandi eventi in programma per l'estate. Non ho alcuna intenzione di allontanarla per danneggiare l'Amministrazione e per risolvere questioni interne a questo o quel partito. Durante la pausa estiva, quando ci sarà la possibilità, ci riuniremo come classe dirigente per valutare modifiche o integrazioni alla squadra di governo, anche alla luce delle novità che dovessero emergere dalle imminenti elezioni europee. Il nostro obiettivo resta quello di non tornare indietro nel cammino di risanamento e sviluppo della città che abbiamo intrapreso nelle ultime due consiliature. Servono stabilità e serenità per Terracina anche negli anni a seguire". Dal canto suo l'assessore al Bilancio Danilo Zomparelli ringrazia "il Settore Finanziario per il grande lavoro fatto in questi anni e per aver redatto un bilancio capace di coniugare rigore e sviluppo, recependo le scelte politiche dell'Amministrazione e tramutando a livello contabile una visione di città che punta al miglioramento dei servizi e della qualità della vita. Abbiamo trascorso anni incredibili: se mi volto indietro e penso da dove siamo partiti non mi sembra quasi vero dove siamo ora. Ma è quando si alza il livello che arriva la parte più difficile, cioè continuare a migliorarsi perchè ci vuole un attimo a ripiombare nel baratro. Posso dire con buona certezza che con questo bilancio abbiamo veramente pensato alle generazioni future perchè non abbiamo scaricato sulle loro spalle i costi delle nostre scelte".