La scelta delle tempistiche da parte dell'amministrazione di Sabaudia per effettuare i lavori su ponte Giovanni XXIII non è piaciuta alla Lega. Anche perché l'infrastruttura sarà ovviamente chiusa al traffico. I rappresentanti locali del partito, e in particolare il portavoce Antonio Ciriello e i consiglieri Pasquale Capriglione ed Enzo Di Capua, attaccano il sindaco e la sua maggioranza. «È davvero incredibile constatare che la giunta Gervasi non abbia valutato le inevitabili nefaste conseguenze che la tempistica di tale scelta comporta per l'economia delle attività commerciali cittadine, sia sul mare che nel centro. Non vi è dubbio, infatti, che la chiusura dell'accesso principale al litorale e l'assoluta inidoneità degli altri percorsi viari a supportare l'intero flusso degli spiaggianti non potranno che indurre i turisti a scegliere altre mete rispetto alla nostra città. Se a ciò si aggiunge che il Sindaco Gervasi, a fronte delle obiezioni sollevate sul punto durante il consiglio comunale dagli increduli consiglieri di minoranza, ha giustificato la scelta con un laconico "questo tipo di lavori si possono fare solo nella bella stagione", è evidente che la maggioranza che governa Sabaudia, oltre a non avere capacità tecniche e amministrative, non ha a cuore il benessere dei suoi concittadini». In conclusione, gli esponenti della Lega si rivolgono al primo cittadino con un invito: quello di tornare sui suoi passi e attivarsi con gli uffici per trovare una soluzione alternativa. Magari - dicono - posticipando a fine stagione i lavori.