Un Consiglio comunale "mordi e fuggi" quello andato in scena ieri a San Felice Circeo, dov'era all'ordine del giorno uno degli argomenti più importanti della gestione dell'Ente: il bilancio consuntivo. In soli quattro minuti, dalle 19.57 alle 20.01, l'assise ha approvato tutti i punti all'ordine del giorno.
Qualche minuto d'attesa prima dell'apertura dei lavori per verificare la validità della stessa, dal momento che erano presenti solamente sei consiglieri comunali più il sindaco. Ma il regolamento vigente prevede che per la seconda convocazione (la prima è andata deserta) siano sufficienti soltanto sei consiglieri. Durante i lavori, come settimo componente, si è poi aggiunto il vicesindaco Di Somma. Tutte le delibere all'ordine del giorno sono state date per lette e approvate.
Assente, oltre alla minoranza e al consigliere Di Cosimo (assenza giustificata), il presidente del Consiglio comunale Rita Petrucci. Forse sintomo di qualche nuova tensione fra i banchi della maggioranza, visto che già in passato lo stesso consigliere si era espresso con un voto contrario rispetto a una proposta della sua maggioranza?