«Il Salvo D'Acquisto deve diventare il principale approdo delle navi da crociera». Il diktat del sindaco di Gaeta Cosmo Mitrano comincia così a prendere piede. Ieri mattina infatti, la città di Gaeta ha aperto gli occhi in contemporanea con i numerosi passeggeri a bordo della nave da crociera Seven Seas Explorer ormeggiata al Porto commerciale "Salvo D'Acquisto".
Una vittoria questa per il primo cittadino, che dal momento in cui si è insidiato negli uffici comunali di piazza XIX Maggio, ha rappresentato l'obiettivo principale del suo percorso: portare Gaeta un gradino più in alto. Dopo il turismo destagionalizzato infatti, arriva un nuovo obiettivo rappresentato dal turismo crocieristico: «Siamo pronti a conquistare quella fetta di mercato di un settore che movimenta milioni di persone ogni anno ed il cui trend è in forte crescita – ha dichiarato Cosmo Mitrano - Lo riteniamo determinante per l'economia della città, ma soprattutto abbiamo la consapevolezza che viviamo in uno dei posti tra i più belli ed accoglienti d'Italia. Il Golfo di Gaeta e la nostra città hanno potenzialità turistiche ancora inespresse e siamo convinti che il 2019 sarà finalmente l'anno del riscatto per Gaeta che da troppo tempo è considerata la cenerentola del network portuale laziale». A una settimana dalla chiusura dei lavori del Med Blue Economy, in cui si è ampiamente discusso dei vantaggi economici che il mare può portare alle città portuali, il sindaco di Gaeta ha invitato tutti gli amministratori del Golfo ad instaurare un tavolo programmatico dove poter concertare le linee guida di uno sviluppo comprensoriale. Un percorso unitario, quello auspicato dal sindaco, che garantisca visibilità e metta a sistema la fruizione del patrimonio ambientale, culturale ed artistico dell'intero Golfo di Gaeta. «Il nostro obiettivo – ha continuato a spiegare Mitrano - è quello di far rimanere i turisti nel Golfo e ciò diventa possibile se ragioniamo in un'ottica comprensoriale offrendo ad esempio al turista la possibilità di un biglietto unico integrato per poter visitare i musei presenti sul territorio ed i principali luoghi d'interesse artistico-culturale. Oltretutto e per rafforzare la nostra posizione anche nel settore crocieristico sarebbe auspicabile che anche il porto di Formia cominci ad aprirsi all'idea e di iniziare le procedure d'adesione all'autorità portuale»