«La Lega è il primo partito della città di Gaeta. Presente e forte, grazie alla capacità di sintesi dei nostri candidati tutti, che si sono spesi per il territorio. L'impegno di Matteo Adinolfi, della dottoressa Regimenti, della Senatrice Bonfrisco e del professor Rinaldi, hanno permesso questo enorme risultato. Il partito è passato dallo 0,9% ad oltre il 26%». Parole di piena soddisfazione quelle del coordinatore di Lega Gaeta Vittorio Ciaramaglia, che ha definito i risultati delle europee per la provincia di Latina "Terremoto Lega". «E adesso non resta che continuare con questa forza e con questa spinta che gli elettori ci danno – ha continuato Ciaramaglia - la Lega è un partito inclusivo che vuole il cambiamento. Le persone perbene sono bene accette. Che dire? Noi non ci siamo risparmiati». L'iniziale entusiasmo ha poi lasciato spazio all'analisi del lavoro svolto in sinergia di tutti i membri: "Il lavoro è stato svolto da Tommaso Di Nitto, Italo Taglialatela, mio temporaneo sostituto in armonica sintonia con il Direttivo.Per tutti i candidati, compresa la senatrice Bonfrisco si sono divulgate le loro candidature attraverso abbinamenti stabiliti. Certamente interessante è stato l'appoggio pervenuto alla senatrice Bonfrisco da parte di personaggi politici non appartenenti alla Lega ma amici di vecchia data che, per ovvi motivi, hanno preferito apporre sulla scheda elettorale solo il nome della senatrice evitando qualsiasi abbinamento. Tale valore aggiunto addizionato al lavoro fatto, hanno portato al sorprendente risultato».