L'ex consigliere comunale di Lbc, ora al Gruppo Misto, Salvatore Antoci, non ha perso l'occasione per lanciare l'ennesima stilettata nei confronti del sindaco Coletta e della sua amministrazione comunale. Partendo dalle dimissioni di Giulia Caprì, Antoci attraverso la propria pagina Facebook rinnova la sua critica alla coppia Iovinella-Briganti che a suo dire farebbe il bello e cattivo tempo in giunta. «Quella di Giulia Caprì sembrerebbe l'ennesima defezione dettata da "impegni di lavoro" ma che, a mio parere, potrebbe essere dovuta al clima pesante che si respira in Giunta e alla spada di Damocle Abc che prima o poi calerà impietosa sull'amministrazione LBC e su tutta la città.
Probabilmente Caprì non ha accettato di buon grado di far parte di una Amministrazione plasmata e manovrata indebitamente ed ingiustamente da una sorta di duumvirato rosa che ha svuotato il Sindaco, la Giunta e il Consiglio Comunale dei loro poteri e delle loro prerogative, instaurando un regime dispotico e semi-dittatoriale che ha, tra l'altro, deteriorato pesantemente il clima tra i dipendenti ed ha alienato la leale collaborazione del personale. Il nuovo libro svanisce sempre di più dall'orizzonte di Latina», è l'amara conclusione del consigliere Antoci.