L'urbanistica del Comune di Latina ha un nuovo dirigente e un funzionario, un rinnovato assetto che, auspicano gli addetti ai lavori, possa risollevare le sorti di un settore, l'edilizia privata, bloccato da troppi anni con tutte le ricadute per l'indotto. Nella giornata di ieri hanno sciolto la riserva il sindaco Damiano Coletta e lo staff che lo affiancava nelle selezioni: per la guida del Servizio Politiche di Gestione e Assetto del Territorio è stata scelta l'architetto Eleonora Daga, reduce dall'esperienza analoga presso il Comune di Cisterna, mentre Emanuele Spagni è stato nominato responsabile dell'Ufficio di Piano con specifici obiettivi inerenti alla pianificazione urbanistica. Per entrambi si tratta di incarco a tempo pieno determinato, vincolato alle scelte del primo cittadino. Proprio a Coletta, affiancato dal direttore generale e dal presidente dell'Organismo indipendente di valutazione della performance, spetta la responsabilità delle nuove nomine.