Una mozione di sfiducia nei confronti del presidente del Consiglio comunale di Latina Massimiliano Colazingari. L'opposizione di centrodestra la presenterà domani mattina, martedì 2 luglio, in apertura dei lavori della massima assise cittadina. E' la reazione, alquanto inevitabile, al mancato accoglimento da parte di Colazingari medesimo dell'atto con cui l'opposizione intendeva mettere in discussione il doppio incarico attualmente affidato a Rosa Iovinella, direttore generale e segretario generale del Comune di Latina. Colazingari non ha accolto la presentazione del documento delle minoranze che volevano, al punto 5 dell'ordine del giorno, una integrazione che ponesse in discussione quel doppio incarico. Ma Colazingari non ha accettato l'atto sostenendo in sostanza che si tratta di materia attinente ad altri organi amministrativi, ossia di stretta competenza del sindaco. La minoranza, ovviamente, non è d'accordo e ritiene che il presidente stia facendo una sorta di ostruzionismo per favorire la maggioranza e l'amministrazione comunale.

Questo perché secondo i consiglieri dell'opposizione (anche del Pd), il ruolo di Rosa Iovinella all'interno della maggioranza è una delle ragioni delle frizioni che stanno mettendo a rischio la tenuta stessa di Latina Bene Comune. Sollevando il caso, la minoranza era certa di poter stanare quanti, anche all'interno di Lbc, non sopportano lo strapotere di Iovinella. Un rischio, evidente, per la maggioranza. 

Domani, martedì 2 luglio, a partire dalle ore 9,30 ne sapremo di più.