Tredici giorni dopo, il sindaco di Cisterna di Latina Mauro Carturan, riassegna la carica di vice sindaco e assessore a Vittorio Sambucci. Un clamoroso dietrofront quello del primo cittadino che sembra mettere la parola fine allo stato di crisi tra l'esponente di Fratelli d'Italia e il responsabile dell'ufficio extradotazionale, la dottoressa Angela Coluzzi. La querelle tra i due era nata dopo il bando di affidamento degli impianti sportivi.
Ieri mattina Carturan, ha firmato il decreto pubblicato sull'Albo pretorio che riporta Sambucci in Consiglio comunale. Una decisione arrivata al termine di una serie di confronti con la maggioranza e Fratelli d'Italia: «Al termine di un confronto politico molto serrato, superati i dubbi amministrativi dei giorni scorsi e in considerazione del doloroso frangente che la nostra amministrazione sta vivendo, ho ritenuto opportuno riassegnare gli incarichi di vicesindaco e assessore a Vittorio Sambucci».
Il momento delicato a cui fa riferimento il sindaco è l'improvvisa scomparsa del consigliere Ciro Santi, un lutto che ha scosso il mondo della politica locale e l'intera città. In un momento di dolore, il sindaco ha voluto quindi lanciare un segnale distensivo a tutta l'assise cittadina. In questi giorni infatti, il dibattito dentro e fuori il palazzo dei servizi sulla querelle Sambucci, ha avuto toni oltre il limite del normale confronto. Il caos in commissione trasparenza, è stato il picco del clima di tensione respirato in questi giorni in Comune. Così il sindaco prova a riavvolgere il nastro a tredici giorni fa, ma attenzione perché leggendo bene il decreto non è tutto uguale a prima. Il primo cittadino ha sì riassegnato la carica di vicesindaco e di assessore all'esponente di Fratelli d'Italia, ma al momento senza nessuna delega: «Un incarico assessorile che, per ora, non prevede nessuna delega specifica - spiega Carturan - e che punta a rilanciare l'azione corale della Maggioranza. Una ricomposizione che naturalmente ha coinvolto tutto il partito di Fratelli d'Italia, rappresentato in Provincia di Latina, è bene ricordare, anche grazie al mio impegno».
All'indomani del decreto di revoca (datato 24 giugno), c'era stata la nota stampa da parte del direttivo provinciale di FdI a difesa di Sambucci. E siamo sicuri che da quel giorno le chiamate e gli incontri tra le parti si sono susseguiti in modo serrato. Trovata la quadra del cerchio Carturan ha richiamato il figlio prodigo a casa. Un film già visto qualche mese fa anche con l'assessore Campoli. E un vecchio detto dice che non c'è due senza tre.