Si è insediato questa mattina il neo consigliere comunale della Lega, Vincenzo Valletta, che è subentrato all'uscente Matteo Adinolfi, che ha lasciato l'incarico per gli impegni nel Parlamento Europeo. Un lungo Consiglio comunale, questa mattina, per dare il benvenuto al neo consigliere e per salutare l'uscente, in un clima di cordialità e rispetto, sia da parte della maggioranza che di tutti i membri di opposizione. "La politica è scontro, ma soprattutto rispetto delle persone, che non deve mai mancare" ha dichiarato il consigliere del Pd Forte, in un intervento condiviso da tutti.

Poi, l'ingresso di Valletta: "Se oggi sono qui, lo devo ad una persona, un visionario che nel 2016 ha messo nuovamente in moto la passione politica che covava dormiente in me, mettendo in piedi una squadra di cittadini operosi per tornare ad essere parte attiva e vitale per la nostra amata città. E a lui va il mio più grande ringraziamento, all'europarlamentare Matteo Adinolfi, persona ligia ed instancabile. Non a caso, con oltre 22mila preferenze individuali, è risultato il candidato più votato tra tutti i partiti politici della provincia di Latina alle passate elezioni europee. Un politico, un uomo che con le sue dimissioni da consigliere comunale ha dimostrato di non essere attaccato alla poltrona, ma di credere nel progetto di squadra e alla crescita del gruppo. Sono onorato di prendere il suo posto e di rappresentare i cittadini in questa Assise. Un luogo deputato al confronto politico civile e democratico, che può determinare o meno - al netto delle posizioni pretestuose ed ideologiche) la qualità della vita dei cittadini, lo sviluppo del territorio comunale ed il ritorno alla normalità dei borghi e delle periferie di Latina, caduti in questi ultimi anni nel più profondo dimenticatoio. Il mio impegno continuerà ad essere finalizzato alla tutela del territorio, con particolare riferimento alle periferie, all'economia rurale agroalimentare, all'ambiente e alla corretta gestione delle aree cittadini. Tutti temi che, finora, ritengo non siano stati presi seriamente in considerazione dall'amministrazione comunale e sui quali occorre intervenire quanto prima con intenti e progetti concreti. Sarò il pungolo di questa amministrazione, sempre nel rispetto delle istituzioni, come del resto lo è sempre stato il mio percorso politico e sociale, con la consapevolezza che solo gli uomini che avranno il coraggio di osare potranno restituire alla nostra città la dignità che merita. D'altronde, se un uomo non è disposto a lottare per le sue idee, o le sue idee non valgono nulla, o non vale nulla lui. Concludo rinnovando i ringraziamenti e augurando a tutti buon Ferragosto e dedicando questa giornata e questo mio risultato personale a mio padre, esempio di vita operosa e attiva".