Da quattro giorni il sito di Latina Bene Comune è inaccessibile a chi naviga in rete. Digitando www.latinabenecomune.it infatti ci si accorge che il sito della civica di maggioranza è sparito e ci si trova di fronte una schermata con link correlati (ristoranti e annunci immobiliari) ma delle news, dei regolamenti, dello Statuto (utile in questo periodo per capire i vari movimenti interni verso altri partiti della civica di governo) e dell'attività politica di Lbc non ci sono tracce. Che cosa è accaduto? Plausibile pensare che sia scaduto il dominio del sito e non sia stato ancora rinnovato. Con un po' di ironia possiamo dire che gli ellebicini siano in questo periodo troppo distratti, forse, da altre vicende (in questi giorni tiene banco l'accordo con il Pd) da non accorgersi che la loro piattaforma online era in fase di scadenza e che da qualche giorno era fuori uso.  Lbc saprà sicuramente rimediare in tempi brevi ma la superficialità con cui vengono gestiti certi aspetti (e la visibilità in rete di un movimento politico che guida la seconda città del Lazio non è certo elemento di poco conto pur restando attivi i canali social) fa riflettere.

La replica di Giri

A seguito della notizia uscita sulla stampa a spiegare l'accaduto con un post sui social, la piattaforma rimasta ed evidentemente ritenuta più utile per comunicare con i cittadini, è il segretario del movimento Francesco Giri che conferma la scadenza del dominio del sito: "Oggi la stampa locale riporta la notizia della sparizione dal web del sito di Latina Bene Comune. Nel pezzo si fanno congetture circa l'accaduto, sondando ipotesi fantasiose. Il problema è semplice, molto semplice. In quanto Segretario del movimento LBC, ho dimenticato di rinnovare il dominio. Ho dimenticato, non perché una interlocuzione con il PD mi abbia tolto il sonno, semplicemente una scadenza può sfuggire nel caos della quotidianità. Approfitto di queste poche righe per porgere le mie scuse ai simpatizzanti, agli iscritti ed a tutti i frequentatori del sito web di LBC. Stiamo provvedendo a sistemare la questione e spero che il sito possa tornare operativo nel più breve tempo possibile".