''La maggioranza di Nicola Zingaretti non è in grado neanche di garantire il numero legale in Aula''. È la denuncia del gruppo della Lega in Consiglio regionale del Lazio, che ha bloccato i lavori insieme ai consiglieri di opposizione.
''Nemmeno l'assenza giustificata di Zingaretti, valida ai fini del numero legale di cui non si conoscono i motivi e spesso è legata alla segreteria dem, salva il centrosinistra alla Pisana - spiega il gruppo del Carroccio - tradito persino dalle numerose stampelle che gli hanno permesso di campare finora con accordi sottobanco e spartizioni di incarichi. La mozione di sfiducia, che sarà presentata nei prossimi giorni, è l'unica soluzione per liberare la Regione Lazio da Zingaretti, presente solo il 9% delle sedute, impegnato h24 per la segreteria del Pd''.