No all'abuso di incarichi fiduciari. E' questo il messaggio lanciato dal coordinamento della Lega di Aprilia alla luce dell'ultima assunzione compiuta dal sindaco Terra che, tramite decreto, ha inserito nel suo staff come autista-collaboratore Fabrizio Mariani. Una nomina difesa dal primo cittadino, che ha sottolineato l'ottimo bagaglio professionale del neo assunto che lo ha convinto a rinforzare il suo staff. Mariani è un uomo di fiducia del sindaco, ed è stato candidato alle ultime elezioni amministrative nella lista civica Forum per Aprilia. Non certo una novità, visto che sia in passato (remoto e recente) che allo stato attuale i ruoli dello staff del gabinetto spesso vengono affidati a figure che vantano esperienze politiche.
Un aspetto evidenziato anche dalla Lega di Aprilia, che in un ragionamento complessivo censura non la singola assunzione ma il continuo ricorso alla chiamata diretta. Invitando il sindaco a non abusare di questa facoltà. «Certamente il nuovo autista-collaboratore potrà essere un valore aggiunto per la macchina amministrativa, trattandosi - spiegano - di una persona dotata di un ottimo curriculum, che conosce due lingue e che saprà mettere a disposizione dell'ente il suo bagaglio culturale e di esperienze. Le conoscenze messe per ora a frutto però sono quelle derivanti dalla sua attività politica, poiché il nuovo assunto è stato candidato alle ultime elezioni con Forum per Aprilia. Nulla di illecito, sia chiaro, però bisogna tener conto dell'opportunità politica di far sistematicamente valere, quasi fosse un titolo professionale, l'attività politica delle persone assunte presso lo staff del sindaco, che per i ruoli fiduciari, dopo il capo di gabinetto Eva Torselli, sceglie di far lavorare un altro suo candidato. Ormai è diventata un'abitudine assumere a chiamata diretta i compagni di lista o di coalizione, facendo venire meno anche il buon senso».
Per la Lega infatti c'è un forte rischio, quello che l'utilizzo sistematico di questo metodo possa ingenerare un senso di sfiducia dei cittadini verso il Comune. «Anche perché già su altre questioni - continuano - avevamo espresso perplessità, come il sistematico ricorso negli ultimi 4 anni ai lavoratori interinali della Tempor, assunti alla Progetto Ambiente senza mai aver espletato un concorso. E anche adesso che la selezione pubblica è stata indetta, è stato deciso di attribuire un punteggio ai residenti di Aprilia e alle persone che già lavorato in quel settore, una logica che tiene poco conto del merito. Per non parlare poi del concorso per l'assunzione di due nuovi geometri, annullato dopo che la prova è stata fatta circolare da qualcuno giorni prima dell'esame. Auguriamo buon lavoro al nuovo assunto, ma senza nulla togliere alla sua indiscussa professionalità e alla liceità della scelte, riteniamo altrettanto lecito domandarci quanti giovani di Aprilia a parità di titoli siano senza lavoro, perché non hanno avuto in vita loro la fortuna di aver conosciuto il primo cittadino».