C'è una iniziativa politica in calendario oggi a Roma che in qualche modo interessa anche la città di Latina. Infatti alle 18,30 il consigliere regionale ex Forza Italia e ora al Misto, Antonello Aurigemma sarà il padrone di casa di un convegno sul futuro dei moderati nel centrodestra. Molto vicino ad Aurigemma è da tempo il consigliere comunale di Latina Giorgio Ialongo, che di Forza Italia è anche capogruppo in Comune. Il futuro di Ialongo, dicono i bene informati, è legato alle scelte di Aurigemma. E siccome quest'ultimo viene dato molto vicino ad un approdo a Fratelli d'Italia, ecco che anche per Ialongo si moltiplicano le voci di un avvicinamento al partito di Giorgia Meloni.
Nel presentare la sua iniziativa odierna, Aurigemma spiega: «Mai come in questo momento è importante il ruolo e il contributo dei moderati, che sono stati nel corso degli anni il motore trainante del centrodestra. Oggi i tempi sono cambiati, ci sono nuove sfide da affrontare, e il grande contenitore che per molto tempo ha rappresentato quest'area, ha incontrato grandi difficoltà nel rinnovarsi e adeguarsi ai nuovi cambiamenti. Tant'è che buona parte di questo elettorato si sente smarrito, molto spesso ha addirittura disertato le urne. Si rende necessario per i moderati trovare una casa che possa sostenere al meglio i valori liberali, cattolici, popolari. Principi, questi, che rappresentano la maggioranza dei cittadini italiani. Serve un nuovo spazio dove ci possa essere un confronto vero, un dialogo su tanti aspetti prioritari, al fine del rilancio del nostro Paese e dei nostri territori. Per entrare nello specifico, pensiamo alle politiche per la famiglia, con misure a favore della natalità; un'Europa diversa che vada in un'unica direzione; una seria gestione dei flussi migratori, a sostegno di una rimodulazione del trattato di Dublino e di una vera gestione europea del fenomeno, senza lasciare l'Italia da sola. Una sanità a misura d'uomo, che garantisca il diritto alla salute per gli abitanti sia delle grandi città che nei piccoli comuni. Sono indispensabili nuove politiche per il lavoro e lo sviluppo, a favore di iniziative in grado di incentivare nuove assunzioni, flat tax, riduzione del cuneo fiscale. Guardando anche alle numerose potenzialità dei territori, dobbiamo pianificare una giusta programmazione per il turismo, che sappia valorizzare la nostra terra nel rispetto della sostenibilità ambientale; nuove infrastrutture, con la revisione del codice degli appalti e sì alle grandi opere, capaci di rinnovare e sviluppare il territorio sia in termini di migliore viabilità che per stimolare l'economia locale». Di questo e molto altro, Aurigemma parlerà oggi alle 18,30 all'hotel Universo di Roma. Da tempo Aurigemma viene corteggiato da Fratelli d'Italia. E lo stesso accadrebbe a Giorgio Ialongo. Come si dice, se son rose fioriranno.