Sta facendo discutere, e non poco, il passaggio dell'attuale consigliere d'opposizione di Pomezia Fabio Fucci fra i ranghi della Lega.

L'ex sindaco del MoVimento 5 Stelle ha ufficializzato l'approdo nel Carroccio lunedì scorso, ma già da qualche giorno in molti ipotizzano un suo ruolo di spicco nelle prossime competizioni elettorali. E fra le voci circolate di recente ce n'è stata una particolarmente altisonante: quella di una sua candidatura a sindaco nella città di Roma.

Lo stesso Fucci ne ha parlato ai microfoni di Radio Cusano Campus, così come riportato da un lancio d'agenzia dell'AdnKronos: «Quella di una mia candidatura a sindaco di Roma - ha spiegato durante la trasmissione "Cosa succede in città" - è una suggestione. Sono a disposizione della Lega, ma sono scelte che vanno concordate con i dirigenti del partito. Sarei certamente in grado di farlo».

E queste ultime parole hanno aperto la strada a una critica aperta verso Virginia Raggi, attuale sindaco di Roma e sindaco della Città Metropolitana, che all'epoca della militanza grillina di Fucci gli aveva affidato le funzioni di vice sindaco della ex Provincia di Roma. «Purtroppo per Roma la Raggi ha fallito su tutte le grandi sfide che la città presenta a ogni sindaco: dalla gestione dei rifiuti alle manutenzioni. Ha cambiato più assessori che paia di scarpe: questo denota una totale mancanza di visione e di progetto. Se Roma viene percepita come una città sporca e invivibile - ha aggiunto Fucci - è evidente che vi sia una responsabilità dell'attuale amministrazione».

In conclusione, Fucci ha parlato ancora del suo passaggio nel partito guidato da Matteo Salvini: «La Lega, a differenza del MoVimento Cinque Stelle - ha concluso l'ex primo cittadino -, ha dimostrato di apprezzare la mia esperienza da sindaco e di volerla valorizzare».