Una tenaglia. Da una parte Fratelli d'Italia, dall'altra la Lega. In mezzo, quel che resta di Forza Italia. Nelle ultime settimane lo "shopping" degli alleati contro quello che è stato in passato il primo partito della coalizione, è continuato senza pietà. Così ecco che Antonello Aurigemma, ex capogruppo in Consiglio, è transitato armi e bagagli nei Fratelli d'Italia di Giorgia Meloni, mentre Laura Cartaginese, considerata una fedelissima di Claudio Fazzone, ha invece annunciato il proprio approdo tra le fila della Lega. Con lei anche il consigliere comunale di Roma Davide Bordoni, un altro con un cospicuo pacchetto di consensi. Ora alla Pisana il gruppo consiliare che era partito con 6 effettivi, ne ha appena 2, anche se i maligni insinuano che presto resterà solamente il capogruppo Giuseppe Simeone. Sì perché a quanto pare Pino Cangemi non si fa vedere da tempo. E sarebbe in contatto costante con altri partiti.
Comunque la si metta quello dell'addio di Laura Cartaginese è un colpo durissimo per Forza Italia. Acuito dal prolungato silenzio del coordinatore regionale Claudio Fazzone. Il senatore di Fondi, infatti, non si vede da tempo e già nelle scorse settimane aveva lasciato agire in provincia di Latina il coordinatore provinciale Alessandro Calvi e il capogruppo regionale Simeone, per la riorganizzazione del partito. Una distanza sempre motivata da impegni istituzionali ma che non è certo passata inosservata. I tanti dirigenti provinciali di Forza Italia vogliono capire cosa sta accadendo. I segnali dei continui addii non fanno certamente piacere e contribuiscono ad aumentare il clima di incertezza che regna tra gli azzurri.
Il tutto avviene , bisogna ricordarlo, a pochi mesi dalle elezioni comunali della primavera 2020, quando Forza Italia è chiamata, in particolare, a mantenere la guida del Comune di Fondi, quello da cui viene Fazzone. Ma da qui alla primavera prossima c'è la possibilità che il panorama politico non solo nazionale, cambi ancora e in maniera notevole. Fazzone sta osservando con attenzione quello che accade all'interno di Forza Italia a livello nazionale, Le sue tante richieste arrivate nei mesi scorsi, sono ancora lettera morta. E chissà che a breve non ci siano succulente e clamorose novità.