Terremoto politico nella Lega a Nettuno: il commissario locale - ossia il senatore Gianfranco Rufa - ha espulso quattro consiglieri comunali e un assessore della maggioranza guidata dal sindaco Alessandro Coppola. Si tratta di Claudio Dell'Uomo, Massimiliano Rognoni, Tiziana Ginnetti, Mauro Esposito e Lucia De Zuani. Alcuni di loro, va ricordato, si erano già autosospesi dal partito.

Ai primi quattro appena citati, nella riunione celebrata ieri sera, sono state consegnate "a mano" le lettere di espulsione, mentre alla De Zuani, assente all'incontro, sarà inviata per posta. La sua "cacciata", però, è stata comunque resa nota.

Le espulsioni, in realtà, dovevano essere sei: all'ultimo momento, però, dopo un chiarimento, la lettera destinata all'assessore Maddalena Noce è stata strappata, con una rinnovata fiducia del commissario nei suoi confronti.

Le decisioni, si legge nelle varie missive, sono state prese «in accordo con i vertici del partito»: «A far data da oggi - ha scritto Rufa nelle lettere indirizzate ai consiglieri espulsi e, per conoscenza, al segretario provinciale della Lega Claudio Durigon - ogni atto, dichiarazione o azione sono da intendersi esclusivamente a titolo personale e non in nome della Lega».

Domani pomeriggio, alle 17, è già stata programmata una conferenza stampa sull'argomento: a tenerla, nello stabilimento balneare "Il Gabbiano" di Nettuno, saranno quattro degli espulsi: Dell'Uomo, Rognoni, Ginnetti ed Esposito.