L’amministrazione comunale di Pontinia si dice attenta alle problematiche sociali, ma per il consigliere comunale Simone Coco alle parole non corrispondono i fatti. Almeno per quel che riguarda la questione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica. Sotto la lente del rappresentante della civica “Alleanza per Pontinia”, il mancato aggiornamento della graduatoria di assegnazione. Una problematica che - ricorda Coco - era già stata evidenziata due anni fa da Giuseppe Mochi, ma che a quanto pare fatica a trovare soluzione.
«La commissione incaricata - scrive in una nota Coco - sono mesi che non si riunisce. L’ultima volta è avvenuto prima di marzo 2015. Questo - aggiunge - significa che tutte le domande presentate dopo tale data non sono ancora state prese in considerazione per eventuali assegnazioni. Significa, inoltre, che tutti i cambiamenti da allora non sono stati calcolati, compresi eventuali miglioramenti o peggioramenti della situazione economica, del numero dei componenti del nucleo familiare e qualunque altra possibile variazione».
Le pratiche, insomma, procederebbero troppo a rilento e su questo punto il consigliere comunale di minoranza esorta l’amministrazione a correre ai ripari. Ciò - puntualizza - senza colpevolizzare l’intera maggioranza, soprattutto nei confronti dei «pochi nuovi» presenti. Coco ribadisce però la necessità di maggiore trasparenza. «Viene da chiedersi, visto che la commissione non si riunisce ormai da tempo, in che modo, qualora si liberi un alloggio, venga decisa l’assegnazione. Non posso che augurarmi che al più breve questa situazioni torni alla normalità, in modo da poter tranquillizzare tutti i cittadini che a nessuno viene negato ciò che è di loro diritto».