La tutela e il rispetto dell’ambiente devono essere insegnati e quindi appresi già a scuola. Con questo spirito venerdì 17 febbraio le classi terze delle scuole medie di Pontinia hanno visitato i luoghi di lavoro della società partecipata Trasco. Si tratta di un’iniziativa che rientra nel più ampio progetto di educazione ambientale organizzato dall’associazione Gap attraverso il bando “Fuoriclasse” della Regione Lazio. Presenti i consiglieri comunali Valterino Battisti e Maria Rita D’Alessio, l’amministratore della Trasco Sebastiano Gobbo e il coordinatore Ernesto D’Aprano. Battisti, che detiene la delega all’Ambiente, ha spiegato ai ragazzi come il miglioramento della raccolta differenziata passi anche attraverso la sensibilizzazione delle nuove generazioni e ha poi fornito dettagli sulle strategie in atto e quelle future che il Comune di Pontinia intende adottare per migliorare il proprio servizio. Gobbo e D’Aprano hanno invece condotto le classi all’interno del sito, mostrando loro i mezzi di raccolta, i container dei vari materiali e sottolineando, tra le altre cose, l’importanza della raccolta degli olii esausti. È stato infatti regalato a ogni alunno un contenitore da portare a casa per spingere le famiglie a differenziare anche questi materiali il cui smaltimento è talvolta problematico e complesso. L’obiettivo principale resta sempre quello di migliorare il servizio sia per tutela dell’ambiente che per ragioni di natura economica. Un conferimento meno consistente di rifiuti in discarica, difatti, consentirebbe al Comune – e quindi ai cittadini – di risparmiare cifre non trascurabili.