Nei primi giorni di ottobre del 2013, Priverno e buona parte del suo territorio furono colpiti da un violento nubifragio che, purtroppo, provocò molti danni a strade, abitazioni e anche ai pali della pubblica illuminazione. Alcuni di quei pali in metallo avevano evidenziato già alcuni problemi di stabilità. E, in quella circostanza, qualcuno cadde, piegato dalla violenza del vento e della pioggia. Successivamente, a seguito di un intervento dei vigili del fuoco, nel tratto del vecchio tracciato della strada regionale 156 dei Monti Lepini, che va dall’incrocio semaforico con via Torretta Rocchigiana all’incrocio con via Stradone della Grotte verso il confine con il territorio di Sezze, furono addirittura quindici i pali della pubblica illuminazione abbattuti e disattivati. E sono rimasti, piegati all’interno della cunetta laterale destra direzione Priverno - Latina, per oltre tre anni. Ora, l’amministrazione comunale, nello specifico il consigliere comunale con delega alla manutenzione, Giulio Federici, è riuscito a trovare un’intesa con la società elettrica che gestisce la pubblica illuminazione su tutto il territorio di Priverno, per la rimozione dei vecchi e ormai arrugginiti pali e la loro conseguente sostituzione. I lavori sono iniziati ieri mattina e, secondo quanto calcolato da azienda e Comune, l’intervento di rimozione dei vecchi pali e l’installazione dei nuovi, dovrebbe durare una decina di giorni o poco più.