In caso di emergenze sanitarie o di igiene pubblica a carattere esclusivamente locale, il sindaco può adottare ordinanze contingibili ed urgenti. E così, vista la comunicazione relativa alla tumulazione urgente, trasmessa dalla società appaltatrice dei servizi cimiteriali “Agape” Coop sociale, del 12 gennaio scorso con la quale si comunica all’amministrazione comunale di Priverno che sono esauriti i loculi provvisori, rendendo di fatto impossibile la tumulazione di nuove salme che ne sono sprovviste e si richiede la disponibilità di un numero sufficiente di loculi per affrontare le situazioni in emergenza, fino alla realizzazione dei loculi provvisori, nel cimitero cittadino, in fase di definizione, il vicesindaco, Angelo Delogu, ha emesso l’ordinanza numero due del settore Ufficio del sindaco per il reperimento dei loculi richiesti dalla Coop “Agape”. E così, per la seconda volta, il Comune lepino – la prima volta lo aveva fatto il commissario straordinario Andrea Polichetti – ha preso atto che la Confraternita della Stella ha la disponibilità di loculi, al momento, necessari, per il tramite del vicesindaco, ha ritenuto opportuno procedere alla requisizione, ovviamente a tempo determinato, di dieci loculi, ubicati nella parte nuova del cimitero cittadino, attualmente nella disponibilità della Confraternita.