Torna sul castello di San Martino, Federico D’Arcangeli, di Agenda per Priverno. E, soprattutto, su quel che l’amministrazione comunale intende fare di quella struttura. Partendo dalla buona idea di chiudere di notte il cancello di accesso lato provinciale di San Martino, D’Arcangeli chiede se si stia pensando a come e quando riaprire il portone del castello. Sono passati quasi cinque mesi - sottolinea - da quando è terminato l'ultimo tentativo di gestione di almeno un pezzo del castello. Ma, da quel momento, su tutta la vicenda è sceso quel «silenzio che avvolge tutte le grandi questioni aperte, teatro e rifiuti in primis». Insomma, viene invocata più trasparenza da parte del Palazzo e maggior coinvolgimento e partecipazione di forze politiche e cittadini sulle scelte che vengono fatte e che coinvolgono il futuro di strutture comunali. Purtroppo - conclude Federico D’Arcangeli - bar, ristorante, albergo, sala conferenze e soprattutto quello che fu un Museo di eccellenza (Museo per la Matematica, ndr) continuano a essere un peso per la comunità, anziché occasione di un seppur minimo sviluppo. Circa il parco, invece, c’è da sottolineare la volontà dell’amministrazione di valorizzarlo a favore dei cittadini che lo frequentano abitualmente.