l Comune di Priverno ci riprova. Nel senso che emette un nuovo bando di gara per l’affidamento del cinema teatro comunale, chiuso ormai, da diversi anni. La prima determina, con la quale era stato indetto il bando ad evidenza pubblica, con aggiudicazione mediante offerta economica più vantaggiosa per l’ente, risale al 10 ottobre 2016. La gestione della struttura di Via Domenico Marzi avrebbe dovuto avere una durata di tre anni, dietro il pagamento di un canone concessorio, posto a base d’asta, ammontante a novemila euro. Il responsabile del dipartimento Cultura del Comune aveva anche prorogato i termini per la presentazione delle buste. Ma, alla fine, ha dovuto arrendersi. Infatti, con determina del 30 gennaio scorso aveva preso atto che la procedura di gara era andata deserta. O, meglio, l’unica società che aveva presentato un’offerta era stata esclusa dalla gara dalla commissione giudicatrice. A questo punto, malgrado da parte delle opposizioni si sia avanzata l’ipotesi di prendere in considerazione la gestione da parte delle associazioni operanti sul territorio, il dipartimento Cultura ha ritenuto «opportuno e doveroso al fine di selezionare un soggetto gestore a cui concedere la gestione del cinema teatro», di riapprovare un nuovo avviso pubblico e relativi allegati per la gestione della struttura. Ancora una concessione di tre anni ed ancora un canone a base d’asta di novemila euro. L’auspicio di tutti, a questo punto, è che, questa volta, qualcuno risponda alla gara e, magari, abbia tutti i requisiti per aggiudicarsi la gestione del cinema teatro comunale di Priverno.