Ami in spiaggia ferito un altro cane. L'appello arriva dai social, dal proprietario di un cane che per la seconda volta dovrà subire un intervento dopo avere ingerito un amo da pesca mentre si trovava sulla spiaggia di Sabaudia. Nei mesi scorsi, in piena estate un bambino era anche rimasto ferito. Diversi residenti avevano anche segnalato la presenza di mini discariche di bottiglie di plastica, cassette in polistirolo e confezioni varie di esche soprattutto in prossimità del secondo molo lato bufalara. Per non contare il fatto che la presenza di ami nella sabbia potrebbe costituire un pericolo anche nei mesi invernali.