Un appalto da oltre mezzo milione di euro per garantire la pulizia degli immobili comunali di Sabaudia. La delibera è stata adottata nei giorni scorsi dal commissario straordinario con i poteri della giunta municipale e si chiarisce che l’affidamento avverrà con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa sulla base del miglior rapporto qualità/prezzo. Si tratterà di una procedura aperta, avviata con qualche ritardo perché i tempi di adesione alla centrale unica di committenza e quelli per la sua operatività hanno comportato uno slittamento. Tant’è vero che sono state operate delle proroghe all’attuale affidatario per garantire la pulizia degli immobili. L’appalto riguarda un periodo complessivo di 36 mesi decorrenti dalla data di consegna del servizio, per cui con un importo annuale posto a base d’asta pari a 180mila euro. Il successivo avviso pubblicato dall’ente «indicherà i locali, gli immobili, il personale attualmente in servizio che dovrà essere riassorbito almeno a parità di condizioni orarie e retributive e i prodotti che dovranno essere utilizzati e/o messi a disposizione». Come prevede la normativa vigente, l’appalto potrà essere affidato anche in caso di presentazione di una sola offerta valida.