La campagna elettorale di Sabaudia entra nel vivo e nei giorni scorsi il candidato sindaco di Forza Italia Giovanni Secci ha incontrato i professionisti per discutere di problematiche da risolvere e progetti da realizzare. In apertura un minuto di silenzio per la scomparsa di Antonio De Angelis, lo storico geometra scomparso il 3 marzo scorso.
Tante le questioni affrontate e legate agli aspetti urbanistici, con numerose proposte avanzate da Secci e dai partecipanti all’incontro. «Operare insieme al meglio e al servizio della comunità. Ottimizzando l’iter procedurale e il rapporto con gli enti - ha detto il candidato di Forza Italia - riusciremo a rilanciare l’economia. Tra i miei obiettivi c’è quello di ridare la giusta ‘dignità’ a Sabaudia». Tra le priorità anche quella di una rivisitazione del piano regolatore generale ai fini della sua contestualizzazione «anche - dice Secci - in relazione alla necessità di una riperimetrazione del Parco Nazionale del Circeo».
Nel corso dell’incontro è stata analizzata anche la qualità del servizio, visto che uno degli obiettivi è quello di ottimizzare le risorse e garantire maggiore efficienza. «Tra i miei propositi - ha detto Secci - ci sono sicuramente la ridistribuzione dei carichi di lavoro, insieme a una formazione continua e mirata, assicurando così una qualità del servizio più elevata a tutti i cittadini, senza tralasciare, ovviamente, il problema dei programmi informatici obsoleti che rallentano non poco il lavoro. Non trascurerò, certamente, neppure quello della mancanza del personale».
Parecchie dunque le idee in materia di urbanistica ed edilizia, che rappresentano uno dei settori più delicati del Comune di Sabaudia e anche uno di quelli attorno ai quali gravita buona parte del contenzioso.
Gli incontri andranno avanti anche nei prossimi giorni, visto che la coalizione facente capo a Giovanni Secci è intenzionata a scrivere un programma con il supporto di tutte le categorie produttive e dei cittadini di Sabaudia in genere.