Il progetto di ampliare la Casa della Salute di via Giustiniano sottraendo un'area alla scuola Pascoli non convince alcuni consiglieri di Aprilia, che nella commissione di ieri mattina hanno mostrato dubbi sul progetto dell'Asl. Perplessità che arrivano anche da alcuni esponenti di maggioranza, che hanno chiesto al sindaco Antonio Terra e all'assessore Luana Caporaso di mediare per capire se sia praticabile una soluzione alternativa. Nella seduta congiunta Urbanistica-Lavori Pubblici è stata analizzata la terza fase del piano di investimento (2,6 milioni di euro) promosso dall'azienda sanitaria di Latina e Frosinone, che prevede un'espansione della struttura di via Giustiniano per un potenziamento dei servizi dal lato di via dei Bersaglieri tramite l'annessione di un'area dell'istituto Pascoli, ovvero il terreno sul lato della scuola materna. Un percorso che ha generato delle perplessità in aula consiliare, soprattutto perché andrà a scapito dell'istituto.

«Ci troviamo a dover conciliare due esigenze. L'ampliamento della Casa della Salute - ha detto Alessandra Lombardi, capogruppo della Rete dei Cittadini - è chiaramente un obiettivo fondamentale ma vorrei che si cercasse di perseguire una strada che non fosse penalizzante per l'istituto Pascoli, che conosco molto bene perché insegno lì. L'area sottratta può sembrare minima, ma comunque penalizza una struttura pensata per i ragazzi che hanno delle esigenze di spazi. Sappiamo che c'è un progetto alternativo per lo sviluppo del polo su via De Gasperi, proviamo dunque a ragionare con l'Asl in questo senso tentando una mediazione che non penalizzi nessuno. Se poi questo fosse impraticabile, ma vorrei conoscere nel dettaglio i motivi, va comunque necessariamente ceduta un'area verde ai bambini della scuola materna». La consigliera ha inoltre posto anche il problema del parcheggio per i docenti che solitamente utilizzano parte di quell'area, al quale ha risposto il dirigente comunale Paolo Terribili. «L'ipotesi di ampliamento è stata impostata così dall'Asl per un discorso di funzionalità. Noi chiaramente verificheremo tutto - spiega Terribili - ma la questione parcheggi non è un elemento penalizzante. In quell'area ci sono parcheggi molto vicini alla scuola in piazza dei Bersaglieri e in via Montegrappa, non penso possa essere un problema». Maggiormente a favore dell'attuale progetto gli interventi dei consiglieri Mauro Fioratti Spallacci (Aprilia Domani) e Vincenzo Giovannini (gruppo misto). «C'è un motivo per il quale l'ampliamento in un'altra area non si può fare, la struttura infatti - spiega Giovannini - ha bisogno di altri spazi collegati all'interno e delocalizzarli in altri posti vorrebbe dire creare un problema di gestione. Non dimentichiamo inoltre che la Regione Lazio ha già investito risorse per il potenziamento di quel polo».

A farsi portavoce della mediazione sarà il sindaco Antonio Terra, l'impressione però è che il Comune non cercherà un braccio di ferro, consapevole dell'opportunità dell'ampliamento per il quale è previsto un investimento di 2 milioni e 650 mila euro. «Il potenziamento dei servizi dell'Asl di Aprilia mi sembra un obiettivo da perseguire. Abbiamo cercato - ha detto Terra - di orientare una scelta di ampliamento diversa rispetto a quella che ci è stata proposta, ovvero sul lato di via De Gasperi. possiamo riprovare a rilanciare questa idea ma se i loro obiettivi progettuali vanno in quella direzione dobbiamo assecondarli. La questione degli standard urbanistici sicuramente andrà verificata, ma credo che la Regione potrà andare in deroga. Quello che possiamo fare è dedicare un'altra area di proprietà comunale alla scuola Pascoli per attività ludiche se il dirigente scolastico ne avrà l'esigenza».