Il progetto +Vita della Asl di Latina è un modello innovativo di gestione dei pazienti che non solo funziona, ma che oltretutto merita una menzione speciale nel premio dedicato ai migliori progetti italiani di Connected Care. A dirlo è il Forum PA Sanità, durante l'annuale cerimonia di premiazione delle strutture sanitarie più virtuose d'Italia, le quali si sono distinte per innovazione, presa in carico, informatizzazione del sistema e tutto ciò che concerne un miglior trattamento del paziente.
Tanti i premi assegnati ieri a Roma. Nello specifico, sono stati premiati: ospedale Fatebenefratelli Isola Tiberina di Roma, Fais Onlus di Milano, Kiranet di Aversa, Regione Sardegna, Omnidermal Biomedics di Torino. Poi un riconoscimento speciale a pari merito per il Centro Cardiologico Monzino di Milano e, come detto, per la Asl di Latina. Ed ecco perché il Forum PA ha premiato l'Azienda Sanitaria di Latina: «L'innovativo modello di gestione "+Vita - Ci pensa l'Asl, non tu" è dedicato ai soggetti cronici. Con l'iniziativa si individua il problema di salute in modo precoce e programma correttamente il percorso di cura, nel rispetto dei principi di presa in carico e continuità assistenziale, senza un orizzonte temporale. Attraverso una medicina proattiva il progetto mira alla presa in carico della fascia di popolazione autosufficiente che richiede una tipologia di assistenza prevalentemente territoriale e un accesso limitato alle tipologie di servizi ad alta complessità. L'approccio sistematico alla gestione della cronicità della Asl di Latina poggia su patto di cura Pdta, tecnologia e integrazione tra ospedale e territorio».
Il premio è stato ritirato direttamente dal direttore generale della Asl di Latina, Giorgio Casati: «Il riconoscimento ottenuto oggi è elemento di grande soddisfazione per una molteplicità di ragioni. In primo luogo perchè viene confermato che la strada intrapresa, basata sull'innovazione, il coinvolgimento pieno del paziente nella gestione del suo problema di salute e l'azione congiunta con i medici di medicina generale, è quella corretta ed è su questi concetti che bisogna costruire il nuovo modello di salute. In secondo luogo perché il riconoscimento del Forum PA pone l'Asl di Latina al vertice di quelle Aziende che stanno facendo innovazione e tra queste è la prima tra quelle pubbliche. Tale evidenza non può che essere motivo di orgoglio per tutti i dipendenti della nostra azienda ed è un importante riconoscimento dell'impegno profuso per giungere a questo primo risultato. In terzo luogo perché è stata premiata una realtà caratterizzata da criticità importanti. Questo premio dimostra che obiettivi chiari, determinazione, impegno e professionalità sono le risorse più importanti per fare innovazione e sono condizioni che esistono i tutte le nostre aziende sanitarie pubbliche. Mi auguro di non essere smentito nell'affermare che questo progetto è solo l'inizio di un percorso virtuoso che, con i tempi necessari, consentirà al nostro sistema sanitario provinciale di fare un grande salto di qualità nelle forme di assistenza e nella qualità delle risposte che la nostra Azienda può e deve fornire ai cittadini della provincia».