Medaglia d'onore conferita alla memoria di Ferruccio Guccini, il papà del celebre cantautore Francesco Guccini. Dopo l'onorificenza concessa al papà di Vasco Rossi, l'associazione Un ricordo per la pace, presieduta da Elisa Bonacini, ottiene l'onorificienza anche per Ferruccio Guccini, uno degli Imi (Internati Militari Italiani) ai quali dal 2007 su richiesta degli eredi viene conferita dal Presidente della Repubblica un'onorificenza: la Medaglia d'onore, a titolo di risarcimento morale per aver detto No al nazifascismo. «Il nominativo di Ferruccio Guccini – spiega la presidente dell'associazione Elisa Bonacini - compare oggi sul sito del Governo tra i circa 1300 nominativi degli insigniti di Medaglia d'onore su Decreto del Presidente della Repubblica del 15 dicembre 2020. L'onorificenza è stata richiesta dalla figlia Teresa e sarà consegnata prossimamente, restrizioni da Covid permettendo, presso la Prefettura di residenza. Nato a Pavana nel 1911, Ferruccio è deceduto nel 1990. Appena il tempo di vedere nascere Francesco a Modena il 14 giugno 1940 e poco dopo la chiamata alle armi. Catturato dai tedeschi a Corinto dopo l'8 settembre 1943 e deportato nei campi di concentramento di Leopoli ed Amburgo. Tra i compagni di lager lo scrittore Giovanni Guareschi e l'attore Gianrico Tedeschi. Il ritorno a casa nell'agosto 1945 quando il figlio aveva già compiuto 5 anni. «Dopo aver rivolto il nostro appello per la medaglia al papà di Vasco Rossi a luglio 2019, pubblicato sul Resto del Carlino - spiega Elisa Bonacini - pensammo di rivolgerci anche a Francesco Guccini attraverso un comunicato, che venne pubblicato a fine agosto 2019 da alcuni siti online tra cui l'Istituto del Nastro Azzurro. Non avevamo avuto alcun riscontro, ma Teresa, la figlia, ha contattato qualche mese fa la nostra associazione chiedendo informazioni sulla pratica relativa alla richiesta dell'onorificenza per il nonno, da lei inoltrata alla Presidenza del Consiglio qualche tempo prima».