Deve esserci una cattiva stella che incombe sui chioschi del lungomare di Latina, oggetto di una assegnazione definitiva per sei anni arrivata dopo un biennio di passione e con una gara trascinata oltre l'inverosimile. Dopo la rinuncia di Roberto Renzini che si era classificato terzo, un altro assegnatario getta la spugna e cede il suo diritto a montare la struttura nel tratto tra Capoportiere e Rio Martino: si tratta della ditta Pellicola Digitale di Golfo Aranci, la prima classificata e aggiudicataria, di conseguenza, della prima postazione, quella che negli anni scorsi era appannaggio dello storico chiosco Topo Beach. Ora che la società sarda ha comunicato ufficialmente due giorni fa la sua rinuncia per motivi personali, l'amministrazione si ritrova con soli tre assegnatari dei cinque che erano risultati in regola con i requisiti e le contribuzioni previste dal bando di gara, ma soprattutto costretta a programmare la stagione con una possibilità sempre più esigua di offrire un servizio completo e appetibile. A questo va aggiunto che per i gestori rimasti, Cometa Service, Missile srl e Speedy Break, il percorso per ottenere le autorizzazioni e conquistare la possibilità di montare le strutture non è delle più agevoli e su questo fronte l'amministrazione ha deciso di correre ai ripari: ieri il tema è stato affrontato in una riunione interna alla presenza del sindaco e dell'assessore alle attività produttive, del direttore generale, dei dirigenti interessati e dei delegati alle attività produttive e alla marina.