Il Piano di Emergenza Comunale presentato dal Comune di Terracina è stato approvato dalla Regione Lazio. Il Piano, per le cui spese di redazione è stato ottenuto anche un finanziamento di 14mila euro dalla stessa Regione, è stilato secondo le nuove linee guida previste in questo ambito e riveste un'importanza strategica: infatti, da oggi, ogni Piano Regolatore o sue modifiche dovranno obbligatoriamente tenere conto delle indicazioni contenute nel Piano di Emergenza Comunale. Una novità che stabilisce come prioritarie la sicurezza del territorio e dei cittadini rispetto a qualunque altra esigenza. Il sindaco Procaccini sottolinea come "Terracina si sia dotata di un ulteriore strumento per garantire la sicurezza dei suoi cittadini. Questo Piano, la cui responsabilità è affidata al Comandante della Polizia Locale e coinvolge in prima istanza la Protezione Civile, è un ulteriore tassello che si aggiunge alle misure già intraprese e in corso di realizzazione: videosorveglianza, costruzione della nuova caserma dei Vigili del Fuoco, prossima assunzione di cinque nuovi agenti di Polizia Locale e tutor nella galleria di Monte Giove. E poi – conclude il sindaco – si tratta di un atto che richiama l'esigenza della messa in sicurezza del territorio: anche in questo senso ci siamo mossi presentando alla Regione progetti molto importanti per ovviare e prevenire il dissesto idrogeologico per un valore complessivo superiore ai 10 milioni di euro". Il consigliere delegato alla Sicurezza e alla Protezione Civile, Sergio Meneghello, esprime soddisfazione per il risultato illustrando ulteriori dettagli e considerazioni: "Grazie a questo Piano la catena di comando, i ruoli e i luoghi operativi sono ben definiti, a cominciare dal Centro Operativo Comunale. Abbiamo in programma la diffusione del Piano innanzitutto nelle scuole con incontri mirati per spiegare le buone pratiche comportamentali in caso di emergenza. Stiamo anche preparando un provvedimento di riorganizzazione della Protezione Civile Comunale per renderla ancora più efficiente. Desidero evidenziare e ringraziare il lavoro di Pier Francesco Troccoli e degli Uffici Comunali preposti per l'estensione del Piano. Hanno tutti svolto un lavoro giudicato egregio anche dall'Ente Regionale".