Con l'estate alle porte, si avvicina anche la stagione dei roghi boschivi. Negli ultimi anni quella degli incendi in collina è stata una piaga indomabile, un'escalation che ha devastato ettari di vegetazione spontanea e macchia mediterranea. A Itri e Campodimele, grazie al parco dei Monti Aurunci, si sta predisponendo un intervento che consentirà ai soccorsi aerei di muoversi più velocemente. Nell'ambito di un innovativo progetto per la tutela del territorio, infatti, sono stati realizzati due invasi per l'attività di antincendio boschivo. Una struttura è stata realizzata nella zona del Vivaio di Itri e l'altra nell'area del Mulino di Malotempo a Campodimele. Le "piscine" consentiranno un rapido rifornimento di acqua da parte degli elicotteri che potranno intervenire in modo molto più efficace in caso di roghi boschivi. Entrambi gli invasi saranno alimentati con la raccolta dell'acqua piovana e con pozzi già esistenti.