Tra le città vincitrici del bando per il finanziamento dei programmi relativi alle "Reti di Imprese tra Attività economiche su strada" della Regione Lazio c'è anche Fondi.Il progetto denominato "Fondi Più" è stato promosso e predisposto in collaborazione da una articolata Rete di Imprese- risultato dell'intenso lavoro dell'Ascom di Fondi e del suo Presidente Vincenzo Di Lucia, la struttura tecnica del Cat Confcommercio Latina e gli uffici comunali. Il programma di Rete verte sulla valorizzazione del tessuto produttivo e commerciale  del centro storico ed urbano di Fondi dove sono presenti attività di diversa natura in grado di essere attrattive per il bacino comunale e provinciale. Il supporto all'imprenditoria dovrà tenere conto dei cambiamenti avvenuti e di quelli in corso cercando delle soluzioni innovative e promozionali che meglio si sposano con le esigenze emergenti.

Pertanto la Rete si propone di consolidare la propria identità commerciale – quale contesto naturale di una variegata pluralità di soggetti economici - nella consapevolezza di dover fare sistema per contrastare il sempre crescente fenomeno della Grande Distribuzione concentratosi nel caso del Comune di Fondi al fuori del centro urbano. Per fidelizzare ed accrescere i flussi in centro, oltre a valorizzare l'ambiente urbano ed i suoi elementi di comunicazione (fisici e virtuali) si provvederà all'organizzazione di eventi d'intesa con il Comune e con gli operatori in tutto l'arco dell'anno nelle piazze e nelle principali vie del centro.

A questo scopo sarà senz'altro strategico l'avvio della Rete d'impresa per il rilancio del centro da estendere poi come modello per interventi simili di valorizzazione degli altri quartieri cittadini e di riqualificazione di contenitori strategici come ad esempio il Mercato Coperto di Via Gioberti, con un occhio di riguardo al turismo. Mission della Rete sarà quindi la promozione della città valorizzandone le strutture e le dotazioni turistico-ricettive esistenti attraverso la creazione di forti sinergie con gli interlocutori privati.

 In quest'ottica un ruolo fondamentale potrà giocarlo la riorganizzazione della comunicazione web/social che dovrà essere costantemente implementata in modo tale da costituire un punto di partenza nel quale far confluire l'offerta turistica, commerciale, enogastronomica e culturale del centro urbano e del territorio in generale.

In questo contesto si avrà pertanto come Vision quella di creare un nucleo coeso di operatori, il quale mettendosi in rete e sinergia assieme al mondo imprenditoriale, associativo, culturale ed amministrativo locale, sia in grado di far nascere un sistema territoriale di offerta integrata che si proponga come spazio urbano di qualità, fondato su una base storica e culturale secolare, capace di proporsi anche in maniera moderna e distintiva.

La vision della Rete, così come illustrato in precedenza, sarà raggiunta tramite il perseguimento dei seguenti obiettivi strategici:

sviluppare un sistema di governance efficace tra soggetti pubblici e promotori della Rete; favorire l'integrazione e lo sviluppo di servizi e attività comuni promosse dalle imprese della Rete; sviluppare iniziative e progettualità che siano in grado di mettere in relazione il sistema dell'offerta commerciale con i punti di rilevanza di natura turistica e culturale; sviluppare una comunicazione integrata e coordinata; migliorare le performance in tema di accessibilità e fruibilità dell'area e dei suoi servizi; aumentare il livello della qualità urbana, della vivibilità degli spazi pubblici e degli assi commerciali. Intervento che andranno a coprire complessivamente 6 macro aree e sono:

 1. "Governance e manager di rete"

2. "Interventi di manutenzione e arredo urbano dell'ambiente"

3. "Azioni complementari alle politiche di mobilità intelligente  nonché al miglioramento dell'accessibilità all'area e alla fruizione degli spazi pubblici interessati"

4. "Sicurezza, legalità e azioni complementari alle politiche di contrasto dell'abusivismo commerciale" 5. "Comunicazione, marketing di Rete, animazione territoriale, iniziative promozionali e valorizzazione delle eccellenze"

6. "Innovazione di filiera e gestione di servizi in comune rivolti alle imprese e/o ai cittadini"