Novemila e trecento euro per intensificare la pulizia degli arenili liberi, in special modo nei pressi delle isole ecologiche installate lungo le spiagge, in tutti i fine settimana di agosto.
È questa la decisione presa dal dirigente del settore Tutela dell'ambiente del Comune di Pomezia, che già dagli ultimi giorni di luglio ha predisposto un'intensificazione del servizio di raccolta dei rifiuti nelle eco-isole dislocate in vari punti dell'arenile libero di Torvajanica e Villaggio Tognazzi.
In particolare, il Comune ha intrapreso questa strada in quanto, nel corso dell'appalto affidato dal 2015 alla Gesam srl, sono emerse delle "difficoltà oggettive" per quanto riguarda la raccolta dei rifiuti conferiti dai bagnanti nelle mini isole ecologiche posizionate in spiaggia, in particolare nel tratto compreso fra il passo a mare numero 32 e il passo a mare numero 47.
"Sia per salvaguardare la salute pubblica e il decoro urbano che per motivi igienico-sanitari - si legge nella determina di recente pubblicazione sull'Albo pretorio del Comune - occorre intensificare il servizio di raccolta dei rifiuti nell'area sopra indicata procedendo alla pulizia e allo svuotamento dei contenitori con maggiore frequenza nei giorni di sabato e domenica, dalle ore 13.00 alle ore 16.00, nei mesi di luglio e agosto 2017, quando è maggiore l'affluenza di bagnanti sul litorale".
Chiaramente, a effettuare questo servizio sarà la stessa Gesam, che ha formulato la propria offerta per il lavoro "aggiuntivo" rispetto al capitolato speciale d'appalto: la speranza, adesso, è che gli arenili pometini - tra i più caratteristici del litorale a sud di Roma - siano sempre più puliti, coi bagnanti che provvedano a rispettare le regole e, magari, a non disperdere i rifiuti nell'ambiente quando i contenitori per la loro raccolta appaiono pieni.