Settecentocinquantamila euro. È questa la cifra che il Comune di Sezze ha deciso di richiedere alla Regione Lazio per due distinti progetti che si spera riescano a entrare nei finanziamenti del Programma di Sviluppo Rurale (per le annualità 2014/2020) del Lazio. In Giunta comunale lo scorso 19 ottobre era stato approvato il progetto di fattibilità per la realizzazione di "Lavori di sistemazione e ristrutturazione strade vicinali", redatto dall'architetto Pierluca Natalini e da Marina Cargnelutti. Lo stesso lavoro era stato approvato nel corso del Consiglio comunale di sabato scorso e inserito nel programma triennale delle opere pubbliche 2017/2019 e nell'elenco annuale dei lavori per l'anno 2017. Per l'intervento è previsto un importo complessivo stimato di 350.000 euro e le funzioni di Responsabile unico del procedimento delle opere in parola sono state attribuite al funzionario tecnico del Comune di Sezze Maurizio Panfilio. L'ente assumerà a suo carico la quota parte di propria competenza relativa all'Iva e ha dichiarato di essere proprietario delle aree ove si realizzerà l'investimento. Un altro progetto, sempre gli stessi passaggi tra la Giunta e il Consiglio comunale e sempre inserito nel programma triennale dei Lavori pubblici e nell'elenco annuale dei lavori per l'anno 2017, invece, riguarda la realizzazione di "Investimenti nello sviluppo delle aree forestali e nel miglioramento della redditività delle foreste" e fa riferimento alla Misura 8 dello stesso Programma di Sviluppo Rurale redatto dalla Regione Lazio. Nello specifico si tratta di un intervento di sistemazione idraulico forestale e ingegneria naturalistica per la mitigazione del rischio idrogeologico in località Casali e il progetto è stato redatto dalla Società Tecnostudi Ambiente. In questo caso la somma che la Giunta comunale ha richiesto formalmente alla Regione Lazio è di 400mila euro, mentre il responsabile del procedimento sarà Maurizio Panfilio, come per il precedente. I due progetti sono stati approvati all'unanimità dalla Giunta comunale.