Interessante progetto dedicato al mondo dei bambini e al gioco, quello presentato nei giorni scorsi durante una riunione della commissione Cultura presieduta dal consigliere Federica Fiorini. A organizzarlo l'associazione "L'apostrofo - inventare la lettura", realtà che si occupa di servizi per l'infanzia e di promozione della lettura, didattica teatrale, atelier ludico didattici, ideazione e formazione adulti. A presentarlo una delle responsabili del sodalizio, Benedetta Di Claudio, accompagnata dalle collaboratrici Chiara Agresti e Sara Colarullo, quest'ultima un architetto che si occuperà dell'allestimento della sala riservata ai più piccoli, da 0 a 6 anni. L'idea progettuale riguarda la creazione di un'area morbida all'interno della biblioteca comunale di Sezze centro e di riallestire l'attuale sala ragazzi, anche con la collaborazione delle scuole del territorio setino. Obiettivo più a lungo termine sarà quello di permettere l'accesso alla lettura anche alle fasce disagiate: «Un sano sviluppo - ha spiegato Federica Fiorini - non può prescindere dalla stimolazione dei bambini e dei ragazzi. Ecco perché si pensa ad un progetto che parte dai neonati e ciò che si vuol trasmettere è creare l'entusiasmo nell'aprire un libro, nel maneggiarlo e nell'ascoltare le storie che ci racconta».