Nuove case, queste sconosciute. Potrebbe essere questa la sintesi dei dati che si ricavano dalle statistiche Istat riguardanti gli edifici a uso residenziale e le abitazioni presenti a Nettuno. Infatti, nell'ultimo decennio analizzato (quello compreso fra il 2005 e il 2015), soltanto lo 0,97% degli immobili presenti in città è di nuova costruzione.

Il dato complessivo
Con una popolazione residente al 31 dicembre 2015 di 49.167 abitanti, Nettuno è una delle città più grandi del Lazio. Il suo territorio - esteso per 71,64 chilometri quadrati - vede una densità abitativa di 686,28 abitanti per chilometro quadrato e la presenza di 8.023 edifici a uso residenziale, contenenti complessivamente 23.178 abitazioni.

Un patrimonio «vecchio»
La maggior parte di queste strutture - ossia il 66,06% - è stato edificato prima del 1980: in valore assoluto, siamo di fronte a ben 5.300 edifici su 8.023 realizzati fino a ventotto anni fa. Un numero importante, a cui fa seguito il numero delle case costruite fra il 1980 e il 2005: in questo caso parliamo del 32,97% del totale, ossia 2.645 edifici. L'ultimo decennio, infine, ha portato con sé un blocco quasi totale del mercato edilizio inerente alle nuove costruzioni: in dieci anni siamo di fronte a un misero 0,97% (78 case) di stabili di prima realizzazione.

Le ragioni di un «declino»
A "pesare" su questo stop ai nuovi edifici - che di per sé, in termini di consumo di suolo, potrebbe anche essere visto in un'ottica positiva - ci sono fondamentalmente due motivi: la vetustà del Piano regolatore generale, approvato in Consiglio comunale nel 1973 e oggetto di una grossa variante per le zone S/1 licenziata nel 1985, ma anche il blocco dei piani particolareggiati per le zone S/1 e S/2, che consentirebbero di costruire delle case soprattutto nelle aree ancora a vocazione rurale ma di fatto con terreni pressoché inutilizzati per via dell'abbandono delle terre coltivate ormai cronico.

Seconde case addio
Un altro dato di particolare rilievo riguarda la tipologia delle abitazioni: il 78,01% delle 23.178 presenti sul territorio è costituito dalle prime case, mentre "solo" il 21,99% riguarda le seconde o terze abitazioni. Di conseguenza, la maggior parte delle persone ha scelto Nettuno per viverci.

Materiali e tipologie
Infine, un passaggio interessante riguarda i materiali usati per costruire le case e le tipologie delle strutture. Il 55,65% degli edifici ha una muratura portante, mentre il 38,58% è costituito da cemento armato; solo il 5,77% delle case è realizzato con altri materiali, anche ecocompatibili.
La maggior parte degli stabili, poi, è a un solo piano (40,46%), seguita a stretto giro da quelli a due piani (38,80%); chiudono la graduatoria palazzine a tre piani e palazzi più alti con un 20,74%.