«Quattro mesi fa, era aprile, la Regione Lazio metteva a disposizione 2,5 milioni di euro per finanziare interventi di ripascimento ricostruttivo. Interventi da circa 20 mila metri cubi di sabbia. Il termine dei lavori era fissatp entro e non oltre il 15 giugno 2019. Il nostro Comune avrà approfittato?». Gianluca Di Cocco, portavoce comunale di Fratelli d'Italia, pone la domanda con tono retorico. E' sicuro che ciò non sia avvenuto. «Non ho visto in queste settimane interventi di questo tipo. Il ripascimento è stato promesso da mesi ma, come altre mille vicende legate alla giunta Coletta, si è rilevata una falsa promessa».
Per il mare di Latina siamo davanti all'ennesima stagione sfortunata. Nelle ultime settimane è stato uno stillicidio. Il colpo più pesante è senza dubbio quello del progetto Metamorfosi, con l'amministrazione che è stata capace di perdere un finanziamento da 800 mila euro perché, parole dell'assessore Franco Castaldo, non ci sarebbe personale sufficiente a gestire le pratiche. Poi c'è il pasticcio delle spiagge vietate agli animali, ai cani in particolare. Il Tar ha detto una cosa ovvia: non si può vietare l'accesso agli animali. L'ente aveva creato, vantandosene, una bau beach. Ma i cani, appunto, possono andare ovunque sul demanio pubblico. Secondo il Tar, il divieto di accesso agli animali rappresenta una limitazione alla «libertà dei proprietari dei cani» e crea diseguaglianze, nel caso siano presenti le aree dedicate agli animali, ma a pagamento. Un successo, per i paladini del bene comune.
In ultima istanza, poi, ecco la questione ripascimento. A tenere a mente la data di scadenza è stato Gianluca Di Cocco, portavoce di Fratelli d'Italia e per lavoro operatore proprio sulla marina di Latina. «Non si sono visti lavori o interventi di ripascimento nonostante da parte nostra, come operatori della marina, abbiamo segnalato dallo scorso inverno la situazione. Il Comune aveva garantito interventi imminenti anche durante le recenti sedute di consiglio comunale e question time. Stiamo aspettando. E credo che ormai non si faccia più nulla. Non voglio immaginare che il Comune faccia questi interventi a stagione iniziata con le spiagge che iniziano a riempirsi ogni giorno di bagnanti».